Categoria: Farmacia

LE FARMACIE COMUNALI NOTE SULLE PRIVATIZZAZIONI

perché vendere un patrimonio che produce elevatissimi utili ed offre un servizio estremamente professionale, con  capacità e sensibilità sociale? l’ansia di vendere le farmacie,da parte delle amministrazioni, è giustificata solo dal fatto che con il progressivo azzeramento dei trasferimenti statali  si stanno creando forti debiti di cassa

L’articolo 10 della legge n.62 del 1991, mediante la tecnica delle modificazioni del primo comma dell’art.9 della precedente legge 475 del 1968 ha introdotto quattro forme di gestione delle farmacie comunali di cui sono titolari i comuni:

–          In economia.

–          Azienda speciale.

–          Consorzi tra Comuni.

–          Società di capitali tra il Comune e i farmacisti che prestano servizio presso le farmacie di titolarità comunale.

SIMPAMINA O AMFETAMINA

La simpamina era il nome commerciale di un prodotto farmaceutico prodotto dalla ditta Recordati, venduta in farmacia sino al 1972. Il nome chimico di questa sostanza farmaceutica è: β-fenilisopropolamina, meglio conosciuta come amfetamina.

Le amfetamine sono potenti stimolanti del sistema nervoso centrale (s.n.c). Gli effetti sul s.n.c. sono dovuti ad un aumento della liberazione di alcuni mediatori chimici chiamati catecolamine. L’uso di questa sostanza può portare alla dipendenza fisica. La sottrazione brusca di questa sostanza è caratterizzata dall’insorgenza di letargia, sonnolenza e depressione, non sono da escludersi tentativi di suicidio. Le azioni dirette che questa sostanza produce sul s.n.c. sono: euforia con aumentato senso di benessere, aumento dell’acuità mentale, nervosismo , insonnia, anoressia e dimagrimento. Le amfetamine per le sue attività farmacologiche sono state prescritte agli aviatori durante la seconda guerra mondiale e ad astronauti.